Cascata “Sorgazza di destra” – Val Malene – Tesino

Sabato scorso, 27/01/2018, siamo andati alla cascata di ghiaccio “Sorgazza di destra”, dietro la malga omonima in Val Malene, nel Tesino. Occasione è stata il secondo appuntamento con il Corso Ghiaccio Dolomiti Guides.  Abbiamo approfittato della strada di accesso parzialmente chiusa al fine di trovare meno gente: una selezione per più pigri.. ;). L’intuizione che si è rivelata esatta, ed abbiamo trovato in tutta la giornata solo una coppia di simpatici Veronesi. La possibilità di rivedere in tranquillità la progressione su ghiaccio, la chiodatura, ed alcuni piccoli trucchi del mestiere di questa gelata attività, è stata affiancata dall’avere varie ambientazioni di progressione, ideali per prendere confidenza.

Cascata Sorgazza di destra, in Val Malene. Corso Ice climbing Dolomiti Guides.

A metà giornata, i corsisti hanno preso con decisione assalto del flusso ghiacciato, tirando da primi (con la nostra supervisione) i due bei tiri che portano all’albero di sosta sommitale. Una bella soddisfazione! 🙂 Una lunga doppia e poi giù, agli zaini, alla macchina, e poi alle rituali birrette.

Cascata Sorgazza di destra. Sosta a metà flusso. Dolomiti Guides

Il ghiaccio si è rivelato ottimo, e per la strada di accesso penso che, con un paio di catene, si riesca in questi giorni ad arrivare anche all’altezza della malga senza grossi problemi, evitando così la mezzora di avvicinamento.

Sorgazza di destra

In doppia da Sorgazza di destra, Tesino. Corso Ice climbing Dolomiti Guides

La cascata “Sorgazza di destra” si raggiunge in 15 minuti circa da una traccia dietro la omonima malga. Alta 50mt, presenta difficoltà di II/3 ed è tra le più didattiche della zona.In gran parte appoggiata con qualche breve muretto e qualche simpatica , anche se breve, goulotte. A metà altezza sono presenti due soste a fix con catena: una all’estrema sinistra ed una centralmente su un vistoso masso, entrambe al riparo da scariche. In cima dei cordoni su albero garantiscono una veloce discesa a terra.

Per info: www.dolomitiguides.com

Paolo

No Comments

Post A Comment